Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

CELESTINO IL SEGANTINO, un'antica storia del Trentino

C’è un torrente sull'Alpe Cimbra in Trentino che i nostri antenati cimbri chiamavano Astach e che oggi conosciamo come Astico.

Un torrente che ha segnato antichi confini e antichi conflitti, sulle cui rive si trova la segheria idraulica dei Mein. Edificio d’altri tempi, d’altre epoche. Quante storie raccontano quei muri …
Raccontano le notti insonni dei segantini del vicino villaggio di Tézzeli, impegnati a segare tronchi e tronchi di abete e larice alla luce delle lanterne, approfittando della piena del torrente.

Ci fanno sentire nelle narici il profumo della resina, del legno vivo appena tagliato.

O l’odore inodore dell’acqua che nel canale spinge e muove la grande ruota idraulica.

O il rumore sordo della sega che taglia e taglia, senza posa.

Ci raccontano di Celestino il segantino che moltissimo tempo fa, una fredda mattina di febbraio, salutò e abbracciò il padre Carlo e i suoi fratelli, in procinto di partire per il Brasile.

Sapeva che mai più si sarebbero rivisti. Ma lui non volle partire. Lui volle rimanere, per risentire ancora nelle narici il profumo della resina, del legno appena tagliato, il brontolio del torrente gonfio d’acqua e il cigolio ossessivo della grande ruota che gira e gira…

Celestino non c’è più, da molto tempo. Ma la segheria dei Mein è ancora lì, pronta ad accoglierci, a mostrarci i suoi ingranaggi, il grande pianale di carico, la lama affilata, la grande ruota idraulica.

Degustando…

C’è un’occasione speciale in cui è possibile visitarla, un evento che sposa la gastronomia, i prodotti trentini, la vacanza in montagna con la famiglia, cioè la bella vacanza in Trentino ed è Degustando l’Oltresommo, passeggiata gastronomica nell’alta valle dell’Astico, in programma il 16 luglio 2017.

E se ci andassimo con la bike?

Possiamo raggiungere la segheria dei Mein anche in sella alla mountain bike, anche pedalando con mamma e papà!

Partiamo da San Sebastiano seguendo il segnavia del bellissimo percorso n. 823 (San Sebastiano – Tèzzeli), raggiungiamo il caratteristico villaggio di Tézzeli e poi proseguiamo oltre.

La segheria è là, in fondo, sul greto del torrente. Incrociamo la segheria seguendo anche altri percorsi mtb, come il percorso n. 836 (Scalata del Cherle) o il percorso n. 847 (Oltresommo Bike Tour).

Una visita alle caprette!

Se siete in vacanza con i vostri bambini potreste abbinare la visita alla segheria dei Mein a una visita al Maso Guez, a San Sebastiano.

Troverete Andrea che vi farà conoscere le sue simpatiche caprette! Non solo, Andrea vi potrà proporre anche il suo Trekking con le capre, cioè una passeggiata in compagnia delle sue amichette a quattro zampe!

Dell’evento la segheria dei Mein è uno dei principali punti di attrazione: è possibile visitarla, vedere la sega in funzione, ascoltare dalla voce degli eredi dei vecchi segantini l’illustrazione del sistema di funzionamento, odorare il profumo del legno appena tagliato e… gustare i piatti della sosta gastronomica!
 
 
 
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato su offerte, novità ed eventi
 
 
 
 
 
Abbonati
 
 
    #alpecimbra