ALPE CIMBRA il piacere della montagna by That's Italia

19.11.2019 - L' Alpe Cimbra di Folgaria, Lavarone e Luserna, in Trentino, in inverno si ricopre di un candido manto bianco che la fa assomigliare alla montagna delle fiabe. Tanti piccoli antichi villaggi sparsi che raccontano la storia e le tradizioni di questa terra che nella stagione più magica dell’anno, accoglie gli ospiti con un’offerta fatta di eccellenze.

A cominciare dalla Skiarea con i suoi 100 km di piste, sempre perfettamente innevate e preparate, l’ideale per chi vuole imparare a sciare grazie ai tanti campi scuola, alla grande varietà di piste facili e alla professionalità dei maestri di sci e snowboard. E per i bambini imparare è più divertente grazie ai tanti baby park e kinderheim direttamente sulle piste. Ma è anche una Skiarea che ogni anno viene scelta dai grandi campioni di Coppa del Mondo (Ted Ligety, Mikaela Shiftrin, Alexis Pinturault) per gli allenamenti in vista delle gare di Coppa, a testimoniare la tecnicità delle piste e la perfetta preparazione. Chilometri e chilometri di piste per lo sci alpino in cui trovano soddisfazione sia gli sciatori più abili sia chi ama lo slow ski: sciare gustandosi il panorama, godendo dell’atmosfera
e soprattutto sostando nelle tante malghe e rifugi in quota a degustare le tipicità della cucina trentina. E poi il sole: l’esposizione perfetta dell’Alpe garantisce tante ore di sole sulle piste e quindi di poter tornare a casa con un’abbronzatura invidiabile.

Lo sci di fondo o sci nordico, come piace chiamarlo a noi, è un’alternativa allo sci alpino da riscoprire e rivalutare: in primis la pratica è veramente economica e quindi alla portata di tutti, poi si impara facilmente e incute meno timore, ma soprattutto i luoghi in sui
si pratica sono incredibilmente belli. I due rinomati centri di Millegrobbe e dell’Alpe di Folgaria Coe per la maestosità della natura che li circonda e la vastità dell’orizzonte, ricordano per molti aspetti i paesaggi scandinavi e del grande Nord. Qui, il silenzio è sovrano, interrotto solo dal crepitio provocato dal dolce scivolare degli sci. E prendendo tutto il tempo che serve e che si vuole, si raggiungono dei luoghi in cui sentirsi un tutt’uno con la natura.

Se voi e lo sci viaggiate agli antipodi allora la soluzione ideale sono le ciaspole mentre per i più sportivi, il consiglio è di provare le fat bike -anche nella versione elettrica- queste bici con le ruote larghe - fat appunto in inglese - che danno l’impressione di galleggiare sulla neve.


UN INVERNO TUTTO DA VIVERE

Gli eventi e l’intrattenimento sono un elemento centrale dell’offerta turistica dell’Alpe sia per la loro varietà ma anche unicità: eventi che sono ispirati alla tradizione, alla storia e all’enogastronomia che consentono all’ospite di immergersi nella natura più vera ed essere protagonista della vacanza. Iniziano con la grande sfilata Bolkhent – in cimbro significa Benvenuti - che celebra l’inizio della stagione il 7 dicembre lungo le vie del paese.
Dal 21 dicembre al 6 gennaio una lunga carrellata di happening ispirati alle festività natalizie: la Fabbrica di Babbo Natale; il Silent Beat (discoteca silenziosa con cuffie wireless per tutti, arrivo della seggiovia Vezzena a Lavarone, il 28 dicembre alle ore 15.00); la Zena Poreta (focolare acceso, cibo a km0 e condivisione di racconti e aneddoti presso il palazzetto dello sport di Lavarone, il 29 dicembre
alle ore 20.00); la Ciaspolata alla Segheria dei Mein (passeggiata in notturna fino alla segheria, il 30 dicembre ore 17.30); i Mercatini a Lavarone; le Grandi Fiaccolate delle Scuole di Sci (dal 30 dicembre al 5 gennaio, foto sotto, a sinistra); la Grande Festa di Capodanno in piazza con gli immancabili fuochi d’artificio a Serrada e a Folgaria; il Giro dei Volti, ossia le costruzioni con volte a botte al piano terra delle case contadine (a Nosellari, il 4 gennaio dalle ore 18.30, i fuochi cimbri illumineranno i vicoli del borgo mente gli abitanti apriranno le loro case per offrire ai visitatori le specialità locali come canederli in brodo, carne salada e fagioli, orzetto alla trentina e dolci caserecci); e la Parata delle Befane (a Lavarone Chiesa, il 5 gennaio dalle ore 17.00), solo per citare i più importanti.
Dopo le feste la stagione continua e si anima ancor di più con la Ciaspomagna Cimbra, il 18 gennaio, un trekking enogastronomico di 6 km con le ciaspole ai piedi, per vivere lo splendido scenario invernale di Millegrobbe e Lusérn e apprezzare i sapori delle prelibatezze locali. La calda luce delle fiaccole e la musica itinerante delle fisarmoniche saranno il contorno di questo suggestivo appuntamento arricchito da pietanze tipiche come il goulash, i canederli, il brulè e molto altro.

Chi ama gli sci non potrà perdere l’appuntamento Trentino Ski Sunrise (a Rifugio Stella d’Italia, il 18 gennaio alle ore 6.30) nella splendida cornice dell’Alpe Cimbra: per chi vuole vivere la magia dell’alba in quota. Le prime luci del sole sulle cime candide, l’aria frizzante, la neve immacolata e un paesaggio alpino mozzafiato, tutto abbinato a una ricca e gustosa colazione dolce e salata con i sapori tradizionali locali sarà davvero un’esperienza indimenticabile.

Divertenti saranno poi il Revival Anni 80 (a Baia Tonda, l’8 febbraio dalle ore 10.00) un vero e proprio revival dove i protagonisti, oltre alle grandi canzoni di quegli anni, saranno gli amici sciatori chiamati a rispolverare sci e scarponi di quegli anni e i completi coloratissimi con i mitici rossignol o gli elan , pantaloni rigorosamente Roberta Tonini o Silvy Tricot, la mitica tuta intera con tanto di super spalline incorporate, le fascette coloratissime della Fila ed Ellesse e i maglioni tre taglie più grandi e l’evento gratuito Holi Splash Winter (all’arrivo della seggiovia Tablat di Lavarone, il 22 febbraio alle ore 9.00, foto sotto, a destra) durante il quale l’India (da cui è presa in prestito la festa) arriva in Trentino attraverso una pazzesca esplosione di colori in pista (tutte le informazioni relative agli eventi citati si trovano sul sito www.alpecimbra.it).


La vacanza “bianca” non è solo sport ma anche relax e benessere nelle Spa degli hotel dove lasciarsi coccolare con un massaggio al pino mugo o al miele, rilassarsi in un bagno di fieno o fare una sauna con il maestro di aufguss. Ma è da provare anche l’esperienza del camminare a piedi nudi sulla neve, una pratica che consente di entrare in contatto con la natura e sperimentare nuovi modi per recuperare il benessere psicofisico. È una camminata terapeutica in puro spirito Kneipp, che sfrutta lo sbalzo termico dal freddo al caldo. E poi godersi lo charme e il lifestyle che l’Alpe Cimbra vi propone attraverso lo shopping nel
centro alpino di Folgaria e nei tanti negozietti tipici di Lavarone, negli apres ski a bordo pista o nei wine bar, o regalandosi una cena in quota trasportati da gatto delle nevi o trainati da una motoslitta.

Per chi vuole scoprire la vera essenza della cultura cimbra e della lingua delle fiabe, il cimbro appunto, è obbligatoria una visita al paese di Lusèrn: qui dove il tempo si è fermato e la modernità non ha potuto mettere radici. Qui dove si respira una storia millenaria e la natura scandisce i ritmi della giornata. Qui dove la lingua non è solo grammatica e regole ma espressione vera dell’orgoglio di essere abitanti di queste montagne.
A Lusérn , la tradizione è più viva che mai grazie all'amore dei suoi abitanti per la propria storia e al Centro Documentazione che raccoglie numerose testimonianze del passatodel territorio e della cultura cimbra. All'interno si trovano sale con esposizioni permanenti tra cui: COMUNITÀ CIMBRA; GRANDE GUERRA; CASA MUSEO-HAUS VON PRÜKK; PINACOTECA R.MARTIN PEDRAZZA; CENTRO VISITATORI FORTEZZE DEGLI ALTIPIANI; ARTE DEL MERLETTO A FUSELLI (www.lusérn.it).


ALPE CIMBRA A TAVOLA

Una vacanza sull’Alpe non è tale se non è accompagnata dalla scoperta delle specialità del territorio, in primis la POLENTA DI PATATE, detta Pult, preparata con patate lessate sbucciate, farina tostata, sale e pepe arricchita da cipolla o porri e lardo, aiutandosi con un attrezzo speciale, el Mostador (nel 2017, a Millegrobbe, Lavarone, è nata persino la Confraternita della Pult) e il TONCO DEL PONTESEL. Quest’ultimo che si accompagna alla Pult - magari servita a quenelle - è uno spezzatino di carni miste arricchito con LUGANEGA (salsiccia di maiale) ma può essere preparato più velocemente usando solo la luganega. La sua particolarità è la salsa con cui viene condito fatta con burro, farina, brodo, alloro, bacche di ginepro, cipolla ed erba cipollina, cucinata a parte e unita a fine cottura. Il risultato è un piatto profumatissimo e gustoso che si presenta bene grazie anche al tocco di montagna: rametti di pino mugo per guarnire.
Tra i formaggi, d’obbligo citare il rinomato VÉZZENA DOP. Prodotto nell’altopiano di Lavarone, Vezzena e Folgaria, è un formaggio a pasta semidura e semicotta, dal gusto amarognolo e dalla consistenza burrosa, rinomato per le caratteristiche organolettiche legate alle erbe dei pascoli locali. Da provare anche i formaggi di capra e lo SPECK oltre ai dolci della tradizione come lo STRUDEL o la SACHER. Il tutto accompagnato dalle eccellenze dei vini trentini e per chi ama le bollicine lo SPUMANTE TRENTO DOC prodotto con sole uve trentine e con un processo di spumantizzazione denominato metodo classico.


INFO UTILI



COME ARRIVARE
In auto: percorrere l’A22 del Brennero (caselli di Rovereto Nord e Trento centro) o l’A31 della Valdastico (casello di Piovene Rocchette).
In treno: la stazione di Rovereto dista 18 km da Folgaria e 30 da Lavarone.
In aereo: l’aeroporto più vicino è a Verona Villafranca, a 90 km.

LA TRENTINO GUEST CARD

consente di accedere gratis in 60 musei, visitare gratuitamente 20 castelli e più di 40 attrazioni e viaggiare gratis su tutti i trasporti pubblici in Trentino (compresi, treni, battelli e alcune funivie) e godere di sconti su
acquisti e attività.
Per gli ospiti dell’Alpe Cimbra la Guest Card include anche: 1 ingresso gratuito a Forte Belvedere- Gschwent; 1 ingresso gratuito al Centro Fondo Passo Coe; 1 ingresso gratuito al Centro Fondo Millegrobbe; sconto 20% ingresso pattinaggio al lago di Lavarone (compreso noleggio pattini); sconto 20% ingresso ad alcuni Centri Benessere (Hotel Vittoria ‘Vitness’, Alpen Hotel Eghel e Folgaria Post Hotel a Folgaria, Wellness & Beauty Farm a Lavarone); sconto 20% noleggio Fat Bike presso Malga Millegrobbe, Lavarone; sconto 10% sull’acquisto di un prodotto presso il Caseificio degli Altipiani e del Vezzena, punti vendita Costa di Folgaria e Lavarone.
La card è compresa nella vacanza per chi soggiorna negli hotel che aderiscono all’ospitalità Guest Card; oppure, si può acquistare negli uffici turistici (40 euro in formula settimanale).



Scopri anche cosa vedere Vicino a Noi
 
 
 
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato su offerte, novità ed eventi
 
 
 
 
 
Iscriviti
 
 
    #alpecimbra