Il Drago in legno più grande d'Europa

Opera realizzata dallo scultore veneto Marco Martalar in località Magrè

L'opera, alta più di 6 metri e lunga 7, fa parte di un progetto di valorizzazione del legno dell'Avez del Prinzep, l'abete bianco più alto d'Europa morto proprio a Lavarone nel 2017.
La realizzazione di Marco Martalar domina i boschi dell'Alpe Cimbra da Lavarone e presto sarà punto di partenza e arrivo del percorso tematico "Lavarone Green Land" che coinvolgerà altre sorprendenti istallazioni.
L'obiettivo del progetto è quello di un percorso tematico in ottica green volto alla valorizzazione, oltre al Prinzep, anche del materiale recuperato dai boschi colpiti dalla tempesta Vaia.
Il legno utilizzato per la realizzazione dell'opera non è stato trattato e proprio per questo motivo il possente Drago col passare del tempo e degli anni a poco a poco scomparirà sposando appieno la filosofia dello scultore legata al concetto naturale di "morte e decomposizione".




Come arrivare:

  • Da Bertoldi, proseguire a piedi per la Frazione Slaghenaufi, seguire le indicazioni per raggiungere Chalet Tana Incantata, poco prima dell'arrivo, seguire indicazioni per Frazione Magrè, o tabelle Lavarone Green Land.*  
    Scopri il percorso

 

  • Da Frazione Gionghi percorrere la strada pedonale dietro la Croce Rossa, attraversare la statale tenendo la sinistra in direzione del centro storico della frazione. Tenendo la destra per la piccola piazza della frazione, seguire le indicazioni del sentiero sterrato in direzione Magrè, o tabelle Lavarone Green Land. *
    Scopri il percorso


  • Da Frazione Cappella, recarsi verso Frazione Longhi, poi seguire le indicazioni per Lavarone Trekking fino a Frazione Magrè. 
    Scopri il percorso



Parcheggi:

Non è possibile raggiungere il Drago in macchina, si consiglia di parcheggiare la propria autovettura nei seguenti parcheggi:

- Frazione Bertoldi  - Parcheggio Triangolo
- Frazione Gionghi - Parcheggio Comune di Lavarone
- Frazione Cappella  -  Parcheggio Parco Palù 

Per chi presenta difficoltà motorie consigliamo la risalita con la Seggiovia Tablat 



*Durante il periodo invernale è consigliato raggiungere l'opera con scarponcini pesanti, ciaspole e bastoncini da trekking, o ramponi.

 
 
 
 
 
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato su offerte, novità ed eventi
 
 
 
 
 
Iscriviti
 
 
    #alpecimbra