Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Cimitero Militare di Costalta

Si trova sull’omonima altura, lungo la strada che collega l’abitato di Luserna/Lusérn al Passo Vezzena, a circa 1550 m di quota.

Le prime sepolture risalgono al maggio del 1915, quindi ai primi giorni di guerra, e accolsero anche caduti italiani, periti nei ripetuti assalti tentati contro il vicino Forte Busa Verle.

Secondo le cronache il primo soldato a trovare sepoltura, il 29 maggio, fu un Landesschütze, dal nome ignoto; il secondo fu un soldato italiano, Salvatore Randazzo di Palermo, classe 1895, il cui corpo fu rinvenuto il 30 maggio 1915 nelle vicinanze del Forte Lusern.

Accolse anche, in fosse comuni, molti dei caduti italiani periti nel fallito assalto del Basson, il 24-25 agosto 1915.

Nei pressi del cimitero, in zona defilata, si trovavano una serie di baraccamenti e apprestamenti logistici.

Il cimitero fu smantellato nel 1921 e i resti dei caduti traslati nel grande Ossario di Asiago.

Simbolicamente ora espone 184 croci. È stato ripristinato e benedetto nel 1986.

COME ARRIVARCI
Dalla piazza di Luserna seguire la comoda strada provinciale che porta al ristorante Malga Millegrobbe e che prosegue verso il passo Vézzena, passando per località Costalta.
Il cimitero si trova di lato alla strada.
 
 
 
 
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato su offerte, novità ed eventi
 
 
 
 
 
Abbonati
 
 
    #alpecimbra