Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

DIBATTITO EUROPA IERI EUROPA OGGI. Venerdì 3 giugno - Alpe Cimbra di Lavarone

Cento anni fa, nel 1916, la Prima guerra mondiale proseguiva con il suo terribile carico di morte e di distruzione. Settant’anni fa, nel 1946, faticosamente l’Europa e l’intero mondo cercavano la via della pace e della costruzione di nuovi equilibri. In Italia, proprio il 2 giugno di quell’anno, donne e uomini sceglievano la Repubblica ed eleggevano l’Assemblea costituente, che avrebbe successivamente elaborato e approvato la Costituzione.
Sempre il 5 settembre del 1946, a Parigi, Italia e Austria avrebbero firmato l’Accordo De Gasperi – Gruber, scaturito dalla comune volontà di impedire l’esplosione di nuovi conflitti e di risolvere positivamente la questione sudtirolese.
Questo doppio anniversario storico assume una valenza particolare per le comunità, i territori, gli ambiti regionali che hanno vissuto pesantemente e direttamente le guerre della prima metà del Novecento. Innanzitutto perché furono guerre totali, in grado di coinvolgere e sconvolgere l’intera popolazione e non solo coloro chiamati alle armi. Fare i conti con il passato è quindi un passaggio obbligato, ma non sufficiente.
La riflessione che si propone venerdì 3 giugno a Lavarone alle ore 21.00 presso il Centro Congressi, intende proprio collegare l’elaborazione del passato con una prospettiva utile al presente e al futuro. Non è un caso che si parli di “Europa di ieri ed Europa di oggi”.
Nel 1976 un grande europeista come Jean Monnet ricordava che “i nostri popoli debbono imparare a vivere insieme sotto regole e istituzioni comuni liberamente consentite se vogliono raggiungere la dimensione necessaria al loro progresso e restare padroni del loro destino. Le nazioni sovrane del passato non sono più il quadro in cui esse possono risolvere i problemi del presente.” Parole profetiche di quarant’anni fa che hanno assunto nel tempo un’urgenza ancora più drammatica e attuale.
Per parlare di questi temi, dell’Europa di ieri e dell’Europa di oggi, sono stati invitati tre relatori di grande importanza: il Presidente dell’Assemblea legislativa del Tirolo Herwing van Staa, il Presidente della Provincia autonoma di Trento, e attuale Presidente del GECT Euregio, Ugo Rossi e il giornalista e saggista Piero Badaloni.
Il dibattito fa parte del programma iniziative della manifestazione culturale Recuperando il Tempo che si svolgerà sull'Alpe Cimbra dal 2 al 5 giugno.
 
 
Newsletter
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato su offerte, novità ed eventi
 
 
 
 
 
Abbonati
 
 
    #alpecimbra