Alpe Cimbra

Grande Guerra e Forti

Forte Belvedere Alpecimbra

La prima guerra mondiale (1914 - 1918), conosciuta anche come la Grande Guerra, rappresentò per l'Alpe Cimbra di Folgaria, Lavarone e Luserna un cambiamento epocale, soprattutto per il passaggio di nazionalità, da quella austroungarica a quella italiana.

 

Le fasi del conflitto

La guerra sugli Altipiani è riassumibile in alcune fasi: l'avvio dei cantieri militari (1908 - 1915) per la costruzione del sistema fortificato (forti, strade, trincee, ridotte, caverne, osservatori etc.); l'esodo della popolazione civile allo scoppio del conflitto (24 maggio 1915: oltre 4000 persone confinate prevalentemente nei campi raccolta di Mitterndorf, Braunau, Katzenau); la conseguente occupazione militare dei centri abitati utilizzati come apprestamenti logistici di retrovia; il conflitto vero e proprio (tra il 1915 ed il maggio 1916) e la fine della guerra (1918) con il rientro dei profughi e l'occupazione militare italiana.

 

I Forti

Sul fronte trentino, in particolare nella zona dell'Alpe Cimbra, a partire dal 1908, su sollecitazione del generale Conrad Von Hötzendorf (capo dello stato maggiore austroungarico e abile stratega militare), gli austroungarici predisposero un sistema di difesa moderno ed efficace: sette fortezze corazzate disposte tra la Valsugana e la valle di Terragnòlo dispiegate sull'altopiano di Vezzena - Luserna/Lusérn (forti Cima Vezzena, Busa Verle e Luserna), Lavarone (forte Belvedere Gschwent) e Folgaria (forti Cherle, Sommo Alto e Dosso del Sommo).

 

Le Sentinelle dell'Impero

 

Scopri di piu sul centenario

Altro in questa categoria: Luserna Zimbar Earde »

Folgaria Lavarone Luserna, Trentino-Alto Adige.
Italia ,

Blog Alpe Cimbra

Mappa 3d Alpe Cimbra

Meteo Alpe Cimbra

Web Cam Alpe Cimbra

BOOKING ON LINE

CREA LA TUA VACANZA   
 nessun costo aggiuntivo